grafica pubblicitaria cos'è

Grafica pubblicitaria cos'è

La grafica pubblicitaria, detta reklame-graphics, è una branca delle arti visive particolare, che si occupa di sviluppare concetti utilizzando elementi specifici, quindi, è una forma espressiva che punta a suscitare interesse nel pubblico tramite i colori, le parole, le illustrazioni e la fotografia. I mezzi della grafica pubblicitaria sono innumerevoli: la televisione, i social network, i social media, il cinema e soprattutto internet in tutte le sue declinazioni. La diffusione della grafica pubblicitaria varia dal cartaceo, come volantini, bigliettini da visita, manifesti, brochure, pieghevoli, locandine, fino ad arrivare alla più attuale forma digitale, come banner pubblicitari, spot online, annunci ed inserzioni nelle pagine web. Inoltre, ci sono forme di grafica pubblicitaria valide sia come forma cartacea che come forma digitale come le inserzioni nelle pagine di giornali online e di carta. L’espressione più semplice e diffusa della grafica pubblicitaria è lo spot, che sia per una campagna prodotto o per una campagna sociale.

La storia della grafica pubblicitaria

La grafica pubblicitaria comincia a svilupparsi nel mille e quattrocento con l’invenzione della stampa a caratteri mobili da parte di Gutenberg, ciò rese la stampa più veloce, ma ugualmente costosa. L’invenzione della stampa a caratteri mobili non investì direttamente l’ambito della grafica pubblicitaria, ma spinse allo sviluppo della tecnica tipografica, fino alle tecniche di stampa da noi conosciute ed utilizzate oggi. La tappa più significativa della storia della grafica pubblicitaria è la seconda metà dell’Ottocento, in particolare, la corrente artistica dell’Art Nouveau con le affiches e Jules Chéret. Le affiches di Chéret erano caratterizzate da un linguaggio semplice e colori forti, Chéret capì prima di tutti la base della pubblicità tramite il manifesto: collocare le affiches in punti di passaggio della città, visto che il manifesto è una forma di pubblicità veloce ed intuitiva che resta impressa nella mente del passante grazie al ruolo portante dell’immagine e dei colori. Pensando ad artisti grafici in campo pubblicitario in Italia, verranno sicuramente in mente Fortunato Depero, Bruno Munari durante i primi anni del Novecento. Depero collaborò con la Campari, nota ditta di liquori, questa collaborazione portò ad una ricca e lunga produzione, l’esempio più valido è la bottiglietta del Campari-soda, ancora utilizzata. Parlando invece di Munari una delle opere più ricordate è la produzione di libri illeggibili a partire dalla metà del Novecento, e consistevano in libri composti di carte di diverse grammature, colori e tagli, senza stampa quindi erano la celebrazione del libro oggetto, culto della corrente artistica del futurismo. A partire dagli anni del boom economico su un noto canale "Rai" ha cominciato ad andare in onda la trasmissione "Carosello", un programma tv con contenuto strettamente pubblicitario composto da una prima parte di spettacolo di circa due minuti e successivamente dallo spot, all’epoca detto "codino pubblicitario". Da qui parte la diffusione della pubblicità a casa e lo sviluppo dei personaggi immagine. L’attuale grafica pubblicitaria unisce, a suo modo, tutta quella che è stata la storia del design della pubblicità con spot televisivi e online, forme materiali di pubblicità.

Differenza tra grafico e graphic designer

Per poter parlare di grafica pubblicitaria, o comunque di grafica in generale, bisogna distinguere la figura del grafico e quella del graphic designer. Mentre il grafico è quella figura che si occupa del funzionamento dei macchinari in tipografia, il graphic designer è quel professionista che si occupa di trasformare un’idea in un prodotto finito e si occupa di vari campi quali la fotografia, l’illustrazione e la tipografia stessa.

I campi di applicazione della grafica pubblicitaria

La grafica, in generale, è sempre intorno a noi e fa parte della quotidianità, in particolare quella pubblicitaria viene applicata in vari campi come la progettazione multimediale, la stampa tipografica o online, il packaging e tutto quello che riguarda la post-produzione, la fotografia e il campo video.

Gli strumenti utilizzati dal graphic designer

Il graphic designer per poter creare lavori unici ed originali ha bisogno di numerose matite per colore, come pastelli, pastelli a cera, pennarelli, colori acquerellabili, pennarelli per inchiostrare, gomma pane e gomma classica, righelli e squadrette e un’enorme quantità di carta di diversi formati e grammature per fare schizzi e progetti definitivi.

Come diventare grafico pubblicitario e commercializzare i propri lavori

Per diventare grafico pubblicitario non basta avere buone idee, fantasia e talento, bisogna frequentare istituti specifici per prendere il diploma di perito grafico o partecipare a corsi di formazione per averne l’attestazione. Per commercializzare il proprio lavoro bisogna avere un proprio portfolio con esempi di lavori da proporre a possibili clienti o datori di lavoro, oppure si può usufruire di siti internet specifici per la vendita di opere grafiche come keyqo.com.

Il grafico pubblicitario di cosa si occupa?

L’obiettivo del grafico pubblicitario è quello di riproporre su carta e progettare l’idea del cliente, servendosi di fotografie o il disegni, supportato da un buon computer, software specifici e un’eventuale team.

Master, corsi ed Università

Come già detto, è possibile frequentare istituti specifici che offrono l’opportunità di diplomarsi o frequentare corsi per avere le attestazioni e le capacità necessarie a diventare un grafico pubblicitario, un valido esempio sono gli istituti tecnici, le accademie e le università attrezzati con un percorso di studi specifico e master collegati. Vai al nostro Marketplace Grafica Pubblicitaria
  • Come disegnare in 3D

    disegno 3D: premessa Iniziamo col dire che ammirare un'opera d'arte è già di per se qualcosa di unico ed emozionante, se poi davanti ai nostri occhi ci troviamo ad ammirare un disegno 3D allora si resta lì fermi a capire se l'opera che si sta ammirando è reale oppure e reale un disegno. Detto ciò adesso ti starai chiedendo come disegnare in 3D, le tecniche da effettuare e tutte le procedure che servono per raggiungere il risultato finale. Bene sei capitato nel posto giusto infatti cercheremo di capire come effettuare un disegno 3D nel miglior modo possibile. Sei pronto bene...

    Continua a leggere ...

  • Creazione logo aziendale: meglio autodidatta o affidarsi a un designer?

    Le aziende che intendono realizzare un logo del tutto esclusivo, originale ed unico sono tante, fornire attraverso una scritta o un simbolo l'immagine della propria impresa risulta essere un aspetto del tutto importante. Una delle domande più frequenti consiste nel far progettare il logo da un esperto (graphic designer) o se più conveniente realizzarlo da autodidatta. CREAZIONE DEL LOGO AZIENDALE FAI DA TE Il marchio è un elemento fondamentale per fornire alla gente la propria immagine, ma vediamo insieme chi deve realizzarlo e perché. Oggi sono tanti i siti web che permettono di poter scaricare un logo completamente gratuito o...

    Continua a leggere ...

  • Come funzionano le aste online

    Un'asta online, detta anche asta virtuale, è un servizio fruibile sul web che semplifica i rapporti fra acquirenti e venditori che operano in zone geografiche diverse attraverso delle piattaforme tecnologiche commerciali. In particolare, gli utenti che partecipano alle aste online vendono o fanno delle offerte per gli articoli e i servizi materiali o immateriali messi, per l'appunto, all'asta via Internet. Tali prodotti/servizi sfruttati nelle compravendite delle aste online, che possono essere usati, nuovi o in eccedenza, provengono da ogni parte del mondo e presentano caratteristiche diversificate. A questo proposito, in che modo funzionano le aste virtuali? Per risposta ecco alcune...

    Continua a leggere ...

  • Come usare photoshop in maniera semplice e professionale

    Oggigiorno, ci ritroviamo a far parte di un mondo in cui il virtuale ha davvero una grande importanza ed è capace di influenzare al cento per cento la vita di ogni singolo individuo. Per virtuale non vogliamo fare che che intendere tutto ciò che appartiene al mondo di internet, a tutte quelle piattaforme che lo compongono e delle quali ormai nessuno di noi riesce a fare a meno. Stiamo parlando di una vera e propria realtà virtuale, nella quale un numero smisurato di persone di ogni età si rifugia e nella quale riesce ad esprimere al meglio se stesso, la...

    Continua a leggere ...

  • Come diventare grafico pubblicitario e commercializzare i propri lavori

    Il grafico pubblicitario innanzitutto è un mestiere richiestissimo ai giorni d'oggi, e si occupa di: grafici, immagini, pubblicità, manifesti, insomma è il principale protagonista del marketing di un qualsiasi prodotto in vendita. Come diventare grafici pubblicitari:   Requisiti   Dovrete avere una passione che andrà al di là del guadagno, perché non è da tutti avere fantasia ed immaginazione per riuscire ad attirare con semplici immagini, ben studiate, dei potenziali clienti per un determinato servizio o prodotto (soprattutto la passione per questo mestiere sorge fin da piccoli, quindi o ce l'hai o non ce l'hai), poi immancabile sarà la necessità...

    Continua a leggere ...

  • Differenza tra grafico e graphic designer

    Nell'era dei social e della comunicazione visiva, dove si creano e si incrociano sempre nuovi modi di lavorare, distinguere tutte le varie figure professionali che si occupano di questo ampio universo potrebbe risultare tutt'altro che semplice.  Molto spesso capita infatti di sentire utilizzare i termini grafico e graphic designer come sinonimi l'uno dell'altro, ma sarà effettivamente corretto o questi due professionisti si occupano di cose diverse?   Il lavoro del grafico   Molto spesso viene erroneamente inteso come grafico chiunque si occupi di comunicazione visiva, a prescindere dal settore di applicazione o dalle competenze specifiche. Inizialmente il Grafico era colui...

    Continua a leggere ...

6 oggetto(i)