Disegno industriale: come disegnare e vendere un prodotto di qualità

disegno industriale

Per ottenere disegno industriale efficace, nonché un prodotto di qualità soprattutto nell'ambito del design, la strada passa necessariamente da una buona e organica fase di progettazione e da una eccellente fase di marketing del prodotto che per alcuni versi precede e segue la fase di creazione. La progettazione di un new product necessiterà di una pianificazione ante opera precisa e dettagliata derivante da analisi di domanda e offerta, target e qualsiasi altra variabile possa interagire nel nostro percorso.

Necessariamente però avremo nel nostro plan product due fasi:

Idea, design e non solo

E quindi ovvio che creare un prodotto ex novo necessiterà della collaborazione di un team di competenze che spazierà dal campo del design a quello del marketing.

Quindi dopo aver effettuato delle analisi di domanda e effettuato sondaggi sulle richieste del mercato e del target di riferimento per il nostro prodotto il gruppo di designer si approccia alla fase di progettazione e di design vera e propria. Un progetto grafico organico nasce quasi sempre da un’idea di base precisa e ben chiara.

Successivamente si passa a definire un progetto di massima (progetto preliminare) che a grandi linee cerca di dare forma a quello che fino a quel momento è rimasta un’idea astratta. Tramite schizzi o bozze anche a mano libera si traduce visivamente la nostra idea sul foglio bianco e cosi si da il via al progetto.

In un secondo momento si cerca di elaborare il concept della nostra idea progettuale cioè l’idea base, la forma essenziale del nostro prodotto.Successivamente si procede ad incrociare la nostra idea (forma e concept)con le necessità a cui il prodotto deve rispondere( derivanti dall'analisi di mercato), allora il progetto potrà approdare alla fase definitiva, cosiddetto progetto definitivo sotto forma di disegni tecnici di un certo livello di dettaglio.

Con l'ausilio di numerosi programmi di disegno vettoriale o progettazione 2d e 3d si definiscono elaborati grafici di dettaglio. In questa fase inizia ad avere un certo peso la scelta dei materiali delle finiture e dei dettagli. Ultima fase di progettazione è la fase esecutiva nella quale gli elaborati diventano effettivamente disegni di dettaglio tecnico, a cui spesso vengono allegati elaborati quotati e tabelle tecniche, inoltre a seconda dei materiali che andremo ad impiegare potranno rendersi necessarie alcune verifiche di laboratorio.

Questa fase è quella conclusiva ma anche quella che va affrontata con la massima precisione e attenzione al dettaglio, è la fase nella quale il progetto viene sviscerato in ogni sua parte riportando ogni dettaglio tecnico ad una scala adeguata alla produzione. Infatti quest’ultima fase detta gli elaborati che saranno poi oggetto di studio per la fase produttiva del nostro "oggetto" di design. A conclusione di questa fase progettuale il designer si interfaccia con la sezione di produzione e in collaborazione con essa crea il "prototipo "del progetto per verificarne la funzionalità, la fattibilità e la visione d’insieme nonché tutti gli elementi in cui andrà scomposto per essere prodotto. Inoltre il prototipo rappresenta l'oggetto di studio e la fonte di ispirazione per coloro (settore marketing ) che invece si dovranno occupare di rendere appetibile sul mercato il prodotto tramite un’attenta e vincente campagna pubblicitaria. A questa fase seguono la progettazione delle fasi di produzione dell’oggetto in azienda e anche la progettazione del packaging, ossia l'involucro di vendita del prodotto, questa è uno step non va mai sottovalutato perché rappresenta in effetti la copertina del nostro prodotto e deve rispondere anch'esso alle linee di design del prodotto stesso senza risultare eccessivamente complicato o estroso per il cliente.

Leggi anche: https://www.keyqo.com/blog/disegno-tecnico/disegno-2d-3d-4d/

Dall'idea alla vendita

In realtà il settore marketing si occupa del progetto sin dalle sue origini infatti a monte del nostro crono programma per le fasi di progettazione e poi produzione, prima che la fase progettuale avesse inizio, questo settore avrà già effettuato ricerche di mercato per verificare sicuramente la fattibilità del progetto stesso. Accertandosi cioè se il mercato è pronto ad accogliere tale idea o oggetto, se esiste concorrenza nella fascia d’ambito del nostro progetto e in ultima analisi avrà verificato la portata economica del progetto stesso, valutando a tal fine se l’obbiettivo e i mezzi per raggiungerlo siano adeguati. Nella fase preliminare di marketing andrà individuato il target di riferimento, cioè quella fetta di mercato a cui il nostro prodotto vuole indirizzarsi, nonché eventuali risorse esterne sia economiche che intellettuali. Importantissimo elemento che spesso viene sottovalutato è l’individuazione di una "keyword" che si lega al prodotto indissolubilmente, essa se individuata in ottica di marketing potrà influire molto sulla spendibilità del nostro prodotto. Dopo aver effettuato queste analisi, nella fase successiva alla creazione del prototipo andrà effettuata una campagna di advertising, bisognerà studiare le strategie di vendita più consone e individuare il canale più adatto al tipo di prodotto da commercializzare. Tale fase è finalizzata anche a rendere l’oggetto appetibile sul mercato, quindi campagne social, pubblicità o Inbound Marketing, sono strategie per l’individuazione di acquirenti realmente interessati a quel prodotto.

Lascia un Commento