Disegno 2d 3d e 4d: caratteristiche, differenze, applicazioni

tipologie di disegno industriale

Il disegno informatico è ormai diventato il più usato su tutti gli altri tipi di disegno a mano perché: assistito dal computer, facendovi così sbagliare di meno, correggere facilmente i vostri sbagli, possibilità di archiviazione pressoché infinita, riduzione dei tempi di lavoro all'osso, e possibilità di poter spostare tutto il proprio lavoro in una minuscola "cartellina" cioè la pen drive o anche su server online.

E ora vi parleremo delle caratteristiche dei maggiori modi di disegno informatico cioè 2D, 3D e 4D:

 

Disegno 2D (bidimensionale)

 

Il disegno 2D è il più semplice ed anche il più minimalista, ha la caratteristica di poter rappresentare gli oggetti in sole 2 dimensioni cioè, base ed altezza, inoltre non ha un profondità perciò è piatta.

Nel 2D abbiamo non una varietà enormemente ampia di strumenti, come linea, curvilinea, comandi come snap o osnap, creazioni di modelli 2D e convertire modelli 3D in 2D.

Sotto l'aspetto matematico abbiamo solamente gli assi delle 2 dimensioni cioè l'asse x e l'asse y, invece in geometria abbiamo solo figure piane come rettangolo, quadrato o triangolo e poligoni vari.

È la tecnica di disegno informatico tra le sopra citate più facile.

I principali campi in cui si usa questo tipo di modellazione sono: architettura, arredamento, elettronica ed impiantistica

 

Disegno 3D (tridimensionale)

 

La modellazione 3D è il processo per definire una forma poligonale in uno spazio virtuale di un computer, e gli oggetti 3D sono realizzati tramite software appositi.

Vi sono diversi tipi di modellazioni: procedurale, manuale, solida, volumetrica e di superfici.

Le costruzioni di base dei solidi anche sono "variopinte" e ve le elencheremo, sono: primitive, costruite per estrusione, e per rivoluzione la più complessa, e poi vi sono anche le costruzioni avanzate, ma quello è un piano più difficoltoso per tutti, per la quale ci vorrà più tempo per comprendere a pieno.

I campi in cui si usa questa tecnica sono: scienze matematiche, storiche, applicate, ingegneria civile ed industriale, medicina ed architettura.

 

Disegno 4D (quadridimensionale)

 

Affrontare la quarta dimensione con il disegno è una delle modellazioni più difficili e complicate che ci siano, contornate da strutture matematiche assai difficili da comprendere, non alla portata di tutti. È utilizzabile in tutti i campi di elevato spicco sociale ed economico.

Le differenze tra tutti questi tipi di disegni sono principalmente: la profondità, perché il disegno 2D non ne ha mentre gli altri due tipi si, poi anche le figure geometriche sono differenti nella bidimensione si usa solo le figure piane mentre nelle altre due non solo quelle, un'altra differenza sono gli strumenti utilizzabili e la diversità di programmi da utilizzare, poi importante ogni azienda vuole dei modellatore che sappiamo usare solo alcuni di questi programmi e solo di alcune dimensioni mentre altre che sappiano usare tutte, poi infine ogni dimensione ha i propri assi, nella bidimensionale sono solo 2 mentre negli altri sono rispettivamente tre e quattro.

Ora vi rimarrà solo imparare ad usarle.

 

Sul nostro marketplace infine è possibile acquistare e vendere disegni industriali creati da professionisti freelance.

 

Torna alla Home del Blog

Lascia un Commento